L’ottava prova del Trofeo dei Parchi Naturali, così come lo scorso anno, torna nella sua nuova veste estiva.

A cambiare saranno un po’ le temperature, di certo non lo spettacolo, sempre al top quando a tracciare il percorso è Luciano Forlenza e il suo team Bike & Sport.

Si partirà di buonora per evitare le ore più calde della giornata, specie sulle ultime decisive rampe, scoperte, che si arrampicano verso il Monte Pruno dove i biker vedranno, letteralmente, la Madonna. Qui lo scorso anno si decise la gara: nel tratto più ripido e smosso Paolo Colonna riuscì a staccare di ruota Luigi Ferritto prima di involarsi solitario verso la conquista del traguardo.

Rispetto alle precedenti edizione mancheranno la discesa delle vacche e il guado, entrambi per impraticabilità. Al loro posto verrà inserito un single track in salita alla fine dell’anello.

Il chilometraggio resterà invariato.

Non mancheranno la spettacolare salita sull’argilla di Grotta del Rosario e l’entusiasmante rock garden finale.

L’uomo più atteso sarà il siciliano Vincenzo Saitta, fresco vincitore della Pollino Marathon, ed in un crescendo stato di forma.

Naturalmente occhi puntati su tutti i biker di casa (D’Amico, Forlenza, Mignoli, Nigro, Masino,…), al pugliese Semeraro e al calabrese Vigoroso.

L’attesa per le ultime e decisive tre prove del Trofeo dei Parchi Naturali è tanta, con una classifica generale del Trofeo tutta da scrivere.

Non mancate, ci sarà da divertirsi.

Info, programma gara e iscrizioni al seguente link

Condividi con:
Successivo